Patto Formativo

Scritto da Super User. Inserito in Presentazione

REGOLAMENTO E NORME COMPORTAMENTALI

La disciplina è un valore che insegnanti ed allievi devono apprezzare e coltivare perché rende possibile il raggiungimento di ogni obiettivo educativo-didattico. L’allievo è guidato a crescere pensando positivamente di sé e degli altri, con una giusta autostima e con un attento rispetto di compagni ed educatori.

Ogni giorno il San Zeno si popola di oltre 1600 persone. Non sarebbe possibile una convivenza civile ed un clima di sereno di apertura agli altri ed apprendimento senza la condivisione di regole comuni.

Il regolamento del Centro è dettagliato sul libretto personale, che vi invito a leggere assieme ai ragazzi attentamente, tuttavia riteniamo opportuno sottolinearne qui alcuni aspetti.

Le norme di Sicurezza, spiegate agli allievi in classe, sono affisse all’interno dei Laboratori.

 

E’ doveroso sottolineare che i provvedimenti disciplinari hanno finalità esclusivamente educativa e tendono al rafforzamento del senso di responsabilità e al ripristino di rapporti corretti all’interno della comunità formativa. I genitori sono invitati giornalmente a verificare il libretto personale del figlio, controllando l’autenticità della propria firma e la sua presenza dove richiesta. Vi invitiamo a verificare in particolare:

 

  • Ritardi

Poiché il CFP è un ambiente di formazione al lavoro, si richiede puntualità sia all’inizio delle lezioni sia al rientro dopo la ricreazione; eventuali ritardi ingiustificati saranno recuperati con tempi e modalità stabiliti con le famiglie in orario extrascolastico.

Gli allievi che al mattino usufruiscono del bus navetta dalla stazione all’Istituto salgono sul primo bus disponibile per giungere per tempo a scuola.

Nel caso l’allievo arrivi dopo le ore 8.00, può entrare in classe solo con l’autorizzazione del coordinatore, che registra il ritardo sul libretto personale e questo dovrà essere controfirmato dai genitori per il giorno dopo; i genitori si impegnano ad avvisare la segreteria del CFP nel caso prevedano il ritardo del figlio.

Il coordinatore di settore, valutando caso per caso attraverso una scheda informativa che dovrà essere scaricata dal sito (sezione Risorse), redige un elenco che sarà esposto in bacheca con gli allievi giustificati per ritardi ed uscite anticipate dovute ai mezzi di trasporto. Tali permessi verranno rilasciati solo per serie motivazioni.

 

  • Assenze

I genitori si impegnano a comunicare l’assenza del figlio alla segreteria scolastica del CFP, al numero di telefono 045 8070142, signora Lidia, che sarà disponibile dalle ore 7.30 alle 8.30; qualora ciò non si verificasse la segreteria di settore farà una telefonata a casa per chiarire il motivo dell’assenza; per assenze programmate meglio avvisare l'animatore di classe il giorno precedente.

Si ricorda che per essere ammesso all’esame o allo scrutinio finale ogni allievo deve aver frequentato almeno il 75% delle ore complessive svolte.

  • Pranzo a casa

Nel caso di vicinanza dell’abitazione, l’allievo può uscire dal Centro e recarsi a casa per il pranzo; in questo caso si richiede la richiesta scritta da parte dei genitori e l’approvazione da parte del coordinatore.

 

  • Comportamento

Sono ritenute mancanze gravi il linguaggio volgare o peggio la bestemmia, perché contrari alla correttezza della persona e perché offendono pesantemente lo stile e la caratteristica educativa della nostra scuola, come pure atteggiamenti ed espressioni volte a ledere la dignità altrui o a discriminare chiunque.

Il modo di vestire e di presentare la propria persona devono essere adeguati ad un ambiente educativo e di lavoro e devono rispettare le norme sulla sicurezza.

È raccomandato lo stile familiare del saluto, soprattutto quando ci si incontra al mattino e ci si congeda alla sera, e quelle regole di buona educazione che si evidenziano nei modi di vestire e di assumere atteggiamenti consoni all’ambiente che si sta occupando (es. scuola, chiesa, cortile, bar, mensa…).

Biciclette e motorini devono essere parcheggiati nei luoghi indicati e si possono riprendere solo per l’uscita.

Durante gli intervalli non è permesso rimanere in aula o in laboratorio.

 

  • Mancanze gravi

La mancanza di rispetto a qualsiasi insegnante o personale del settore (signore delle pulizie, assistenti, personale della sala giochi, personale di assistenza agli autobus, ecc.) è considerata mancanza grave; saranno convocati i genitori dell’allievo e presi adeguati provvedimenti disciplinari.

Sono considerate mancanze molto gravi il furto, l’introduzione ed il consumo di droghe all’interno dell’Istituto, l’introduzione di pornografia, danni volontari gravi arrecati ad attrezzature o suppellettili della Scuola, l’uscita dal Centro senza permesso (anche se l’allievo si ferma per altre attività: I.T.T., eventuali recuperi, ecc.).

Per gravi infrazioni disciplinari reiterate è previsto l’allontanamento dal Centro, temporaneo o definitivo.

 

  • Pulizia e rispetto degli ambienti scolastici

La pulizia dell’ambiente in cui si lavora è un diritto-dovere di chi lo occupa; pertanto si raccomanda una particolare attenzione. Eventuali danni alle cose o sparizioni di materiali e attrezzature nelle aule o nei laboratori saranno ripartiti tra la classe o le classi che hanno frequentato quell’ambiente, a meno che non si riesca a determinare una precisa responsabilità.

All’interno dello spogliatoio, è opportuno che i ragazzi mantengano un atteggiamento contenuto onde evitare danni a persone e/o armadietti. Gli allievi dispongono di un armadietto di proprietà dell’Istituto che deve essere chiuso da un lucchetto del quale un incaricato del Settore, ovviamente del personale docente o di servizio, detiene copia delle chiavi. Il Centro, per motivi organizzativi, si riserva la possibilità di spostare il contenuto degli armadietti.

 

  • Recarsi in bagno durante le ore di lezione

Al fine di evitare disturbo e deleterie interruzioni durante le lezioni, è buona norma, salvo casi particolari, che gli allievi utilizzino i bagni durante la ricreazione e la pausa pranzo. In caso di problemi fisiologici specifici è necessario segnalarlo al coordinatore che provvederà a stilare esenzioni o permessi individuali.

  •  Luoghi ricreativi

Onde evitare disturbo alle altre attività formative è opportuno che i ragazzi, durante le ricreazioni del mattino e di mezzogiorno, stiano all’interno dell’ampio cortile della scuola tra le aule e il bar. Gli allievi, trovati fuori posto, verranno richiamati dal coordinatore di settore per eventuali provvedimenti. Non è possibile uscire dal perimetro del Centro senza l’autorizzazione dei genitori accordata dal coordinatore.

  •  Telefono cellulare

È severamente vietato tenere il telefono durante le ore di lezione e pertanto va riposto, spento o silenzioso, nell’apposito spazio. In caso contrario il cellulare sarà ritirato e consegnato al coordinatore che lo riconsegnerà l’indomani solo ai genitori.

 

  • Assicurazione

Ogni allievo in caso di incidente è coperto da assicurazione speciale della Scuola un’ora prima dell’inizio delle lezioni ed un’ora dopo la loro conclusione, ma soltanto se ha seguito il tragitto scuola-casa più logico e breve.